(IN) Netweek

MILANO

Spacciatore arrestato, nella pequisizione gli amici aggrediscono i poliziotti

Share

Uno spacciatore arrestato e quattro persone denunciate per resistenza e minacce aggravate: è il bilancio dell’operazione della polizia scattata in via De Pretis, zona Barona, lunedì pomeriggio. In manette è finito un 48enne italiano, accusato di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio. Gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Porta Ticinese, in servizio per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, mentre attraversavano via De Pretis, hanno notato un uomo con un cane di razza rottweiler sotto i portici. Insospettiti dall’atteggiamento, gli agenti lo hanno controllato e perquisito, trovandogli addosso quattro dosi di cocaina del peso complessivo di 10,2 grammi.

La perquisizione e l’aggressione

ai poliziotti

Data la flagranza di reato, i poliziotti hanno poi proceduto alla perquisizione della sua abitazione in via Ovada. Qui l’uomo, che durante il controllo in strada aveva già mostrato segni di nervosismo, ha dato in escandescenza tirando calci, spintoni e ha iniziato a inveire contro gli agenti. Le sue urla hanno attirato alcuni inquilini dello stabile, conoscenti dell’uomo che si sono precipitati sul pianerottolo. Hanno quindi preso a calci la porta d’ingresso per entrare, insultando e spintonando i poliziotti. Nel frattempo, sono sopraggiunte sul pianerottolo altre persone: anche loro hanno iniziato a inveire contro gli agenti.

Intervento di altri 5 equipaggi

L’intervento di altri 5 equipaggi delle Volanti inviati in ausilio ha consentito di riportare la situazione alla calma. In questo frangente il cane dell’uomo, che nell’agitazione aveva tentato di mordere più volte i poliziotti, è stato messo in sicurezza sul balcone dell’abitazione. Portato a termine l’arresto del 48enne per la detenzione a fini di spaccio dello stupefacente sequestrato e per resistenza aggravata, i poliziotti hanno identificato i conoscenti dell’uomo. Si tratta di quattro cittadini italiani di 29, 32, 54 e 57 anni, tutti con precedenti, denunciati per resistenza e minacce aggravate a pubblico ufficiale.

Leggi tutte le notizie su "Milano Politica"
Edizione digitale

Autore:dfg

Pubblicato il: 01 Maggio 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.