(IN) Netweek

MILANO

Progetto Pelago: Un mare di cultura

Share

Cultura e giovani: due parole incompatibili? Secondo Simone Feneri, 20 anni, di Buccinasco, studente universitario della facoltà di Lettere Moderne dell’Università Statale di Milano, la risposta è no. No, perché l’arte ha ancora tanto da dire alle nuove generazioni; no, perché l’arte è veicolabile attraverso mezzi e linguaggi moderni; no, perché ci sono iniziative come Progetto Pelago.

“Questa iniziativa di sapore culturale - ci dice Simone – nasce dalla volontà di far coincidere le mie due grandi passioni: la storia dell’arte e la scrittura. Il mio intento è infatti proprio quello di superare i confini classici, di generare un mare di cultura e attraverso nuove reti, quelle della tecnologia, diffonderla”.

Il Progetto ha visto i suoi primi germogli su social media come Facebook, Instagram e Twitter, terreno fertilissimo per la divulgazione tra i giovani, ed è poi sbocciato nell’ultimo mese in un blog su internet. Spolliciando su queste piattaforme digitali, sarà possibile imbattersi in veri e propri monumenti della cultura nostra ed estera: la poesia ‘Meriggiare pallido e assorto’ di Montale, il dipinto ‘Danae’ di Klimt e persino qualche scena delle pellicole di Totò ammettono tutti come denominatore comune l’amore per il fatto culturale.

Su questa scia si pone anche l’ultimo ambito approfondito dal giovane appassionato: un viaggio a bordo di un tappeto volante per i musei d’Italia che per ora ha fatto tappa alle Gallerie degli Uffizi di Firenze e alla nostra Pinacoteca di Brera. Dove finisce il Pelago? Staremo a vedere…

Leggi tutte le notizie su "Milano Politica"
Edizione digitale

Autore:dow

Pubblicato il: 02 Novembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.