(IN) Netweek

MILANO

Coop Lombardia approva il Bilancio. L’utile cresce e raggiunge 6,6 milioni

Share
Coop Lombardia

Coop Lombardia ha chiuso il 2019 in positivo, con un incremento dell’utile che è arrivato a 6,6 milioni di euro.

Un risultato eccezionale nonostante il calo delle vendite, ottenuto grazie a una gestione oculata dei costi e alla performance delle gestioni nei settori immobiliare, finanziario e delle società partecipate.

Fondamentale poi la gestione dell’emergenza Covid 19. «La nostra risposta è stata immediata e capillare - ha precisato Daniele Ferrè presidente Coop Lombardia-. I nostri negozi sono nodi di una rete solidale ed efficiente. Abbiamo risposto con quattro linee di intervento. Innanzitutto, la consegna della spesa gratuita, potenziando “Due mani in più” con Auser e il Consorzio “Farsi Prossimo”, partecipando alle Reti solidali con la Croce Rossa, la Protezione Civile e le associazioni sul territorio. Abbiamo contribuito al sostegno economico alle persone in difficoltà, con “Dona la spesa” che è diventata raccolta solidale permanente e mediante l’applicazione di un ulteriore sconto del 10% sui buoni spesa governativi; inoltre, abbiamo dato un sostegno anche ai dipendenti in servizio con 200 euro in buoni spesa, in aggiunta agli interventi del Governo. In collaborazione con la Croce Rossa abbiamo avviato la “Campagna + forti insieme”. Infine abbiamo fornito finanziamenti importanti alla campagna del bando #MilanoAiuta del Comune di Milano, all’ospedale di Treviglio e alla Fondazione “AiutiAMO Brescia”».

Il Bilancio 2019 della Cooperativa parla di un utile pari a 6,6 milioni di euro nel 2019. A cosa è dovuto questo trend positivo?

«Il risultato di esercizio beneficia anche per il 2019 dei risultati positivi di una gestione finanziaria (18,6 milioni) in un anno iniziato con aspettative fosche e incerte. Si consolida anche il risultato positivo della gestione delle partecipazioni, sia per l’andamento soddisfacente dell’ormai riorganizzato settore bricolage, sia per il piano di riassetto finalizzato all’uscita dalle partecipazioni non strategiche. La gestione delle partecipazioni comprende, per 3,1 milioni, le plusvalenze realizzate nell’esercizio con la cessione delle partecipazioni del comparto Pharmacoop. Nel complesso, la gestione finanziaria e la gestione delle partecipazioni hanno consuntivato nel 2019 proventi per 28,1 milioni, a fronte dei 25,4 milioni dell’esercizio precedente».

Che cosa dobbiamo aspettarci dal futuro in questa situazione di emergenza?

«Il nostro lavoro si è riempito di nuovi problemi. Difesa della salute di ciascuno e dei colleghi, regole per i clienti, nuova organizzazione per affrontare prima l’assalto disordinato ai negozi, e la diminuzione dei clienti che, al tempo stesso, hanno quasi raddoppiato i pezzi acquistati. È stato un lavoro intenso, pericoloso e delicato. Le prossime settimane saranno, per la nostra vita aziendale, molto importanti. Insieme al Bilancio è stato approvato il “Progetto di Fusione” di Coop Vicinato Lombardia in Coop Lombardia, che diventerà operativa già a novembre di quest’anno facendo incrementare di 33 negozi la nostra Cooperativa. Saranno per la maggior parte punti vendita “INCOOP” e porteranno in azienda oltre 400 nuovi Colleghi. Noi andiamo avanti con fiducia e con coraggio, nell’anno più difficile della nostra Cooperativa».

Leggi tutte le notizie su "Milano Politica"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 19 Giugno 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.